Piano Close-up

L’importanza di andare avanti

5 gennaio 2022

L’arpa per me è un filo conduttore di queste fasi iniziali della mia vita che sono sicura farà da minimo comune denominatore anche alle tappe della mia vita che mi aspettano in futuro. E come le capacità emotive e logiche di un essere umano si fanno più complesse con la crescita dello stesso, anche ciò che mi lega all’arpa è un rapporto che si fa sempre più forte ed articolato. Dona felicità, mi insegna disciplina, instilla in me una passione e una soddisfazione che poche altre discipline sono in grado di dare. Questo periodo difficoltoso poi, anziché indebolire tale legame, non ha fatto altro che rafforzarlo e temprarlo. Certo, suonare a distanza non è esente da difficoltà, ma lasciare che questo fermi la diffusione dell’arte e di valori che altrimenti rischiamo di perdere in modo subdolo, è davvero cercare scusanti infantili, così come lo sono tante altre decisioni riguardanti il mondo della cultura che sono state prese in questi ultimi tempi. La ragione per cui il nostro Paese ha un valore inestimabile è la potente unione tra ricerca e cultura che permea ogni ambito economico e sociale: prescindere da una di queste due prerogative sarebbe disastroso per tutti.

Margherita Bertipaglia




In quanto allievi dell’Associazione, anche noi ci siamo ritrovati da un momento all’altro costretti a non poter svolgere normalmente le lezioni di musica. Fortunatamente, il corpo docenti si è fin da subito mobilitato con la modalità della Didattica a Distanza per poter continuare il percorso di insegnamento. La gestione dell’attività è ottimale e, per quanto fisiologicamente non possa essere completamente sostituibile al metodo “in presenza”, si riescono comunque a garantire progressi nella formazione musicale del singolo studente.

Stefano Sorgato